Ciak si Giro – Giro d’Italia 2018, 19a tappa: Impresa epica di Chris Froome, è sua la maglia rosa!
Tempo di lettura: 3 minuti

credit immagine: Jaguar MENA – Chris Froome | The First Man to Cycle through the Eurotunnel.

Giro d’Italia 2018 – Diciannovesima tappa: Venaria Reale – Bardonecchia 181 km. 

Benvenuti ragazzi. La tappa di oggi è una di quelle tappe che si aspettano fin dal primo giorno; di quelle epiche, che riportano al ciclismo di un tempo. Un Giro più che mai aperto, che nella giornata di ieri ha visto la maglia rosa per la prima volta in difficoltà con Dumoulin e soci pronti a far saltare il banco.

La tappa più dura di questo Giro inizia con una notizia sconvolgente: Fabio Aru si ritira.

Il cavaliere dei 4 mori allo stremo delle forze ha abbandonato il Giro d’Italia alla prima salita di giornata.

Tappa dopo tappa vi abbiamo raccontato di come, giorno dopo giorno, il gruppo era sempre a tutta. Tante energie che si sono consumate anche nelle tappe sulla carta più semplici. Oggi però gli dei del ciclismo hanno presentato il conto. Spietati, crudeli come non mai e con un chiaro messaggio: oggi sarà un calvario per tutti i corridori. Il secondo colpo di scena ha luogo sul Colle delle Finestre sulla spinta degli uomini Sky. Simon Yates che aveva tanto infiammato i cuori dei tifosi si stacca inesorabilmente. Giornata nera -la peggiore che potesse scegliere- per lui e per tutti quei tifosi che avevano sperato in un suo successo finale. Tifosi che non possono che applaudire questi splendidi corridori che hanno regalato una tappa di altri tempi.

Oggi è Chris Froome show che per un attimo dimentica le cadute e le polemiche che l’hanno accompagnato. Il corridore del team sky parte ai – 80 km con un azione di altri tempi: parte da solo per cercare un’impresa epica. Dumoulin, Pinot, Carapaz e Miguel Angel Lopez (questi ultimi in lotta per la maglia rosa), cercano di inseguire il più volte vincitore del Tour de France, raggiunti poi da Reichenbach compagno di squadra di Thibaut Pinot. In difficoltà Domenico Pozzovivo che insegue insieme a Bennett, O’Connor e Formolo a un minuto da Dumoulin.

https://www.facebook.com/story.php?story_fbid=436940030066419&id=422741221486300

Solo contro 5, Chris Froome continua a guadagnare consumando però tante energie che potrebbero presentare il conto a fine tappa. La situazione dunque rispetto alla mattina si è completamente stravolta. Dopo il GPM del Sestriere intenso braccio di ferro tra Froome e Dumoulin che per pochi secondi si contendono la maglia rosa virtuale.

Sprofonda Pozzovivo a oltre 6 minuti -ritardo destinato ad aumentare-. Volano parole grosse tra Pinot, Carapaz e Miguel Angel Lopez restii a collaborare; immaginiamo il leone francese come il Merovingio in Matrix. 

Vantaggio massimo per Chris Froome di 3 minuti e 30 secondi, il corridore della Sky nella sua formidabile azione è in avanscoperta tutto solo da 70 km e quel calo che si poteva preventivare dopo un’azione del genere non l’abbiamo ancora visto. Calo che sembra patire inizialmente Dumoulin, che da passista cerca di dosare lo sforzo e rimanendo comunque con il gruppetto. Più energica la pedalata di Pinot che pur aiutando l’olandese nel tratto prima della salita finale, aveva risparmiato un po’ di energie. Inevitabilmente ecco arrivare il momento di difficoltà per Chris Froome che, pur vedendo diminuire il suo vantaggio sugli inseguitori, continua a salire verso la leggenda.

I corridori a 3 km dal traguardo stanno tutti raschiando il fondo del barile, con le energie ormai andate. Il distacco rimane invariato, i primi 5 oggi stanno facendo un altro sport che sa d’impresa. Arriva solo al traguardo Chris Froome, con questa azione ha spazzato via tutte le polemiche e con questa vittoria costruita con una tattica scriteriata fa breccia anche nel cuore degli appassionati più scettici, giù il capello per Christoper Froome!! 

Nonostante una difesa da applausi Dumoulin perde la posizione su Chris Froome che diventa così la nuova maglia rosa per 37 secondi.

Il Giro più bello degli ultimi anni, forse decenni e noi siamo onorati nel potervelo raccontare.

Ciak, si Giro

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi