Roland Garros – Trungelliti: da Barcellona a Parigi in macchina con mamma e nonna Lela
Tempo di lettura: 2 minuti

credit immagine: Carine06.

Roland Garros – La favola di Marco

E poi arriva una telefonata. Tante trame dei migliori film hanno un inizio simile. Marco Trugelliti, tennista argentino 28enne, numero 190 del ranking mondiale, venerdi scorso non era riuscito a qualificarsi per le fasi finali del Roland Garros. Rientrato Barcellona dalla sua famiglia, era pronto a riprendere la sua solita vita ed il suo lavoro da dipendente. La visita di nonna Lela per alleviare la delusione e la promessa di farle vedere le bellezze di Barcellona.

La telefonata

Dicevamo della telefonata. Si, perchè a volte anche ai più grandi è servita un bel po’ di fortuna per entrare nella leggenda –Abebe Bikila non si qualificò per i giochi Olimpici di Roma-. Così, d’un tratto arriva una chiamata da Parigi:

– “Kyrgios si è ritirato, se arrivi in tempo per la firma Lunedi tocca a te”.
Roland Garros – Trungelliti: da Barcellona a Parigi in macchina con nonna e mamma.

Parte una corsa contro il tempo, quell’auto affittata per portare in giro per la catalogna nonna Lela si trasforma nell’auto della speranza. Il fratello alla guida, nonna e mamma al seguito per 10 ore di viaggio senza soste, oltre 1000 km, destinazione Parigi. Marco arriverà entro la mezzanotte, apporrà la sua firma e 11 ore dopo supererà con un 6-4; 5-7; 6-4; 6-4; Bernard Tomic. Il tutto sotto gli occhi del fratello, della mamma e di nonna Lela che ha appena fatto il viaggio più bello ed emozionante della sua vita.

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi