Derek Redmond – Quella volta che papà corse l’Olimpiade con me
Tempo di lettura: 1 minuti

credit immagine: Abilash Reddy Bollam.

Una delle più belle storie di sport che si ricordino. Olimpiadi di Barcellona, 1992. Il britannico Derek Redmond è uno dei favoritissimi nei 400 piani. Ma nel corso della semifinale uno strappo al bicipite femorale stoppa il suo sogno. Un attimo di sconforto, poi nella sua testa scatta la molla del Campione (doverosa la C maiuscola). Saltellando su una sola gamba ed in lacrime, Derek decide che DEVE superare il traguardo. Lo sforzo è enorme e dagli spalti, eludendo la sicurezza (nessuno avrebbe mai potuto fermarlo) si fionda giù il padre che va a sostenerlo e ad accompagnarlo fin oltre il traguardo. Il pubblico è tutto in piedi per una commovente standing ovation. La stessa che idealmente, tributiamo a tutti i papà del mondo, per esserci sempre nei Momenti importanti della nostra vita.

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi