Maratona di Boston, molto di più di una semplice corsa: Micah Herndon
Tempo di lettura: 2 minuti

credit immagine: JD.

La Maratona di Boston, come ogni altra maratona, è piena di grandi storie di persone normali che vanno là fuori e corrono la gara per motivi speciali.

La speciale corsa di Micah Herndon


Uno di questi corridori durante l’ultima maratona di Boston è stato Micah Herndon. Un ex marine che corre per rendere omaggio a tre ragazzi che hanno servito al suo fianco. Tre uomini che non sono sopravvissuti ad un attacco in Afghanistan nel 2010.
“Corro in loro onore” ha detto Herndon. “Purtroppo loro non sono più qui. Io sono qui e sono in grado di correre. Sono fortunato ad avere ancora tutti i miei arti. Posso ancora essere attivo. Trovo il carburante nella semplice idea che io possa correre. Alcuni non possono farlo. Se ho un crampo di calore mentre corro, se mi fanno male i piedi o mi sto stancando, continuo a dire i loro nomi a voce alta: Ballard, Hamer, Juarez. Ballard, Hamer, Juarez.
A loro è andata molto peggio, quindi corro per loro e le loro famiglie.”

Il veterano, che soffre di disturbo da stress post-traumatico, ha cominciato ad avere problemi al chilometro 35; ma sulle ginocchia, carponi, con le gambe insanguinate, ha voluto ad ogni costo ottemperare a quello che sentiva come un suo irrinunciabile dovere: raggiungere il traguardo. Herndon ha superato la linea del traguardo con l’incredibile tempo di 3 ore e 38 minuti.
Mai arrendersi, nello sport come nella vita.

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi